English / Italiano / Español / Svenska / Français / 日本語 / Português / Deutsch / Dutch / Ukraine / 한국어

mapschool: colori

una introduzione libera alla geografia

L’uso del colore nella cartografia è estensivo e sottile.

Le mappe a coropleto usano ‘schemi di colori’ o ‘rampe di colori’ - insiemi di colori che vengono usati per rappresentare ogni valore sulla mappa. Queste combinazioni di colori sono anche usate per visualizzare immagini raster di altri dati, come l’elevazione. Ci sono più o meno tre tipi di schemi di colori: sequenziale, qualitativo, e divergente: Cynthia Brewer li riassume bene in questo articolo.

Scegliere colori giusti per le mappe è difficile: i colori hanno bisogno di essere accurati per la percezione, in modo che la distanza fra saturazione e luminosità di ogni colore sembri consistente lungo l’intervallo. Devono essere anche affidabili per le persone daltoniche, che sono il 7-10% delle persone. Infine, i colori hanno bisogno di corrispondere alle aspettative - per associazioni pre-esistenti, come il verde che rappresenta la fertilità o il rosso che signfica caldo, la rampa di colori non dovrebbe invertire o usare in modo non corretto valori esistenti.

Tecnologia

ColorBrewer, un progetto di lungo corso di Cynthia Brewer, fornisce un insieme di combinazioni testate e pronte all’uso che potete usare nelle vostre mappe.

Per creare un nuovo schema di colori da zero, i color picker basati su HCL aiuano ad evitare schemi confusi di colori. Anche l’Ames Color Tool è utile per scegliere scale di colori corrette percettivamente.

Se non sei daltonico, puoi usare strumenti come Color Oracle per simulare i suoi effetti mentre progetti mappe.

Letture

comments powered by Disqus